Image description

Spazio espositivo del Caffè Internazionale – Palermo

 

Annalisa Macagnino

BORDERS

a cura di Davide Ricco

28 aprile - 11 maggio 2016

 

Annalisa Macagnino affronta, in una personale eterogenea, tematiche legate ai concetti di limite-margine-confine.

Disegni, ricami e ready made indagano i limiti delle costruzioni sociali e i confini geopolitici: dalle identità lacerate e omologate dai meccanismi della bio-politica alle dinamiche populiste e di potere che impediscono i flussi migratori.

 

Con il suo segno forte e deciso, ma allo stesso tempo continuamente spezzato e interrotto, Annalisa Macagnino costruisce una grammatica artistica e simbolica che disegna, destruttura e ricuce le identità geografiche, politiche, familiari e di genere, da sempre al centro della sua poetica. Gli stessi materiali utilizzati riflettono la fragile temporaneità della condizione umana di oggi come di ieri.

L’indagine attraversa spazi geografici, sociali e intimi percorrendo l’idea stessa di confine: la contrapposizione fra limes e limen, frontiera e soglia, chiusura e osmosi, si rispecchia nella forza simbolica dei suoi lavori delicatamente provocatori ma mai perfettamente iconici. In Borders l’artista, pur affrontando tematiche di stretta attualità quali la questione di genere o la tragedia umana connessa ai flussi migratori, non intende assecondare il pubblico in un facile sentimento di compassione, ma pone costantemente in ogni opera un velo di humor nero che instilla un dubbio nervoso nella coscienza di chi guarda.

L’identità di frontiera che si va costruendo non deve riflettere un multiculturalismo politically correct, ma un tessuto fitto e cangiante di convivialità.

 

La mostra sarà visitabile negli orari di apertura del locale.

Annalisa Macagnino nasce a Tricase (Lecce) nel dicembre 1981. Studia presso l'Istituto Statale d'Arte "E. Giannelli" di Parabita, sezione Metalli. Dopo il diploma, conseguito nel 2000, si trasferisce a Lecce dove si laurea in Storia dell’Arte Contemporanea presso la Facoltà di Beni Culturali.

La sua attività artistica ha inizio nel 2001, mentre l'anno seguente inaugura quella espositiva con una mostra personale allestita negli spazi del Caffè Letterario di Lecce.

Opera utilizzando diversi media, dal disegno alla performance, dall'istallazione alla pittura e al ricamo.
Sin dal 2002 si è occupata, altresì, di illustrare periodici di poesia, riviste e cd musicali; a partire dal 2009 si è avviata l'esperienza performativa "Wave of Mutilation" - tablet drawings and sonorization - con Pierpaolo Leo e Benedetta Zefilippo.

Nel 2013 viene selezionata per varie attività organizzate da CreArt (Network of Cities for Artistic Creation), quali una residenza artistica a Salzamt Atelierhaus in Linz (Austria) e la mostra europea itinerante The Real more than Real curata da Ilaria Bonacossa.


Ha partecipato a mostre ed eventi di arte contemporanea, tra i più significativi:

The Real more than Real, Valladolid (Spagna) - Lecce (Italia) - Arad (Romania)
She Devil 3, Galleria Studio Miscetti, Roma;
She Devil ON tour MNAC, Bucarest;
Avventure Minime, ex-Convento di San Lorenzo, Salerno;
Disegni. Segni. Grafie Fondo Verri, Lecce;
[quattro] Evento Unico, Casa delle donne, Lecce;
Me Myself and I Spazio Sociale ZEI, Lecce.

Attualmente vive e lavora tra Lecce e Roma.

 

Image description
Image description
Image description